Detrazione Infissi 2021: Il Bonus Infissi 110% Spiegato Semplice

 

Devi sostituire gli infissi, hai sentito parlare della detrazione fiscale e vuoi saperne di più? Oppure, dopo l’ultimo decreto, vuoi sapere se puoi usufruire del cosiddetto ecobonus 110%? con questo articolo cercherò di spiegarti in modo semplice ma efficace qual è la procedura corretta e completa per poter ottenere la detrazione fiscale infissi 2021 e l’ecobonus 110 per cento infissi, in quali casi e per quanti anni potrai usufruirne, quali sono gli adempimenti necessari e infine come effettuare i pagamenti.Nel seguito troverai un indice degli argomenti, in modo che tu possa “saltare” direttamente alla parte che ti interessa senza dover leggere obbligatoriamente tutto il post.Nella prima sezione incontrerai le informazioni fondamentali sul bonus 110%, mentre nella seconda quelle sul bonus serramenti 50%.

ATTENZIONE: Questo articolo è in continuo aggiornamento. Ogni volta che ci sono modifiche ufficiali, aggiorniamo il post.


Ecobonus 110 per cento infissi: cos’è e come funziona?

Con l’entrata in vigore del Decreto Rilancio, in tantissimi ci avete chiesto come funziona il bonus 110 per cento, chi può averne diritto e, soprattutto, se è possibile usufruirne semplicemente sostituendo gli infissi. Vediamo insieme come funziona il super  HYPERLINK "https://www.corriere.it/economia/risparmio/cards/ecobonus-110-cento-facciate-fotovoltaico-caldaie-nuove-come-funziona-tempi-ottenerlo/procedure.shtml"ecobonus HYPERLINK "https://www.corriere.it/economia/risparmio/cards/ecobonus-110-cento-facciate-fotovoltaico-caldaie-nuove-come-funziona-tempi-ottenerlo/procedure.shtml" 110%, punto per punto, spiegato semplice.


Che cos’è l’ecobonus 110%?

L’ecobonus 110% è la possibilità di effettuare lavori per migliorare l’efficienza energetica del proprio immobile recuperando in cinque anni, come credito d’imposta, il 110% della spesa sostenuta fino a un massimo di 90.000€, se sostituisci la caldaia con una in classe A e applichi il cappotto termico alle pareti.

Se effettui soltanto uno di questi due interventi, il tetto massimo è di:

30.000€ per la sostituzione della caldaia;

60.000€ per il cappotto termico.


Chi ha diritto al super ecobonus 110%?

Le opere devono riguardare condomini o case indipendenti – non in costruzione – che costituiscano la prima abitazione, e ne potranno usufruirne solo le persone fisiche – non le attività commerciali – ad eccezione degli interventi compiuti dagli Iacp (Istituti Autonomi Case Popolari) o da cooperative sociali.


Cosa significa tutto ciò? Vuol dire che:

Se possiedi un appartamento in un condominio e vuoi ristrutturare solo il tuo appartamento, non hai diritto al bonus; per aver diritto al bonus deve essere ristrutturato l’intero condominio;

Se possiedi una villetta unifamiliare in cui abiti, che utilizzi come seconda casa o dai in affitto, hai diritto al bonus;

Se la tua seconda casa è in condominio e viene ristrutturato l’intero condominio, hai diritto al bonus;

Se sei l’unico proprietario di edifici composti da 2-4 unità immobiliari, hai diritto al bonus;

Se possiedi un locale intestato ad un’attività commerciale, studio, negozio o laboratorio, non hai diritto al bonus;


Quali lavori devo effettuare per avere diritto all’ecobonus? Quali sono i tetti massimi?

Per avere diritto al super bonus 110% è necessario che i lavori apportino un miglioramento di almeno 2 classi energetiche o che tale miglioramento rappresenti il massimo tecnicamente raggiungibile, tramite:

coibentazione di almeno il 25% delle pareti dell’edificio (cappotto termico): tetto massimo di 60.000€ per ogni unità abitativa;

installazione di impianti di riscaldamento utilizzando caldaie a condensazione o pompe di calore: tetto massimo di 30.000€ per ogni unità abitativa.


La sostituzione degli infissi rientra nel bonus 110?

Se effettui uno di questi due interventi, puoi abbinare anche dei lavori cosiddetti trainati, ossia:

sostituzione degli infissi e delle schermature solari come tende da sole, tende tecniche e persiane: tetto massimo di 54.545€ (l’importante è che rientrino all’interno dei massimali al metro quadro, come puoi vedere dalla tabella qui sotto);

impianti fotovoltaici: tetto massimo di 48.000€.

Superbonus 110 infissi tetto massimo


Quali sono i massimali infissi ecobonus 110?

La sostituzione degli infissi è un lavoro cosiddetto “trainato”, ossia che deve essere per forza eseguito congiuntamente con un “trainante” (cappotto termico, sostituzione dell’impianto di riscaldamento). ll tetto massimo per la sostituzione degli infissi è di 54.545€.

Tuttavia, dai primi di ottobre, il Decreto MISE (Requisiti Minimi / 2020, allegato I) ha stabilito dei massimali al metro quadro per gli infissi, schermature solari (tende a rullo o a bracci, tende tecniche, veneziane) e oscuranti (persiane, scuri, avvolgibili, tapparelle).

Per capire in quale zona climatica si trova il tuo comune di residenza, clicca qui.

I costi esposti dalla tabella si considerano al netto di IVA, prestazioni professionali e opere complementari relative alla installazione e alla messa in opera delle tecnologie.

Questo significa che, per i lavori iniziati dopo il 6 ottobre 2020 (data di pubblicazione del decreto) nei limiti di spesa massimali al metro quadro non rientrano le spese sostenute per: l’IVA; la posa; le altre opere complementari relative all’installazione (rilievo misure, altre prestazioni professionali).


Trasmittanza termica infissi 2021

Quali sono i valori termici che devono avere le finestre per poter rientrare nell’ecobonus?

Le trasmittanze termiche per le finestre a ecobonus hanno subito un generale decremento dei valori limite.

Si tratta dei valori da non superare se si vuole godere dell’ecobonus per la sostituzione dei vecchi infissi.

Ecco quali sono i valori aggiornati (allegato E del DM requisiti 2020), divisi per zone climatiche.


Chi deve certificare gli interventi che rientrano nel superbonus?

Per avere diritto al bonus, la prima operazione da fare è rivolgersi ad un termo-tecnico che certifichi che i lavori effettuati rispettano le normative.

Il tecnico dovrà anche certificare, con responsabilità penale, che i costi sostenuti sono in linea con eventuali verifiche di congruità da parte di Agenzia delle Entrate.


Quando posso usufruirne?

Dal 1 luglio 2020 (data di entrata in vigore del Decreto Rilancio) al 31 dicembre 2022.

Nonostante i tempi sembrino parecchio larghi, è bene affrettarsi perchè i lavori di coibentazione (e ancor di più quelli di consolidamento antisismico) hanno generalmente tempi lunghi e in alcune regioni d’Italia non si possono realizzare in inverno per motivi climatici.


Come effettuare il pagamento per poter usufruire del bonus 110% serramenti?

È necessario pagare le fatture con un bonifico bancario parlante.

Devi prestare particolare attenzione a questa operazione, perché si tratta di qualcosa di ben diverso e specifico rispetto al bonifico ordinario: in caso di errori o disattenzioni, potresti infatti non vederti riconosciute le agevolazioni fiscali.

Il bonifico cosiddetto “parlante” si differenzia da quello comune perché in esso devono essere specificate tutte le informazioni necessarie per non creare confusione con altri pagamenti e non avere problemi nel momento in cui presenterai la documentazione all’Agenzia delle Entrate richiedendo lo sconto fiscale sulla dichiarazione dei redditi.

Tutte le banche e gli uffici postali sono dotati di apposita modulistica, dove vengono ben illustrati i campi da compilare.

Posso cedere il mio credito?

Si, è prevista la possibilità di cedere il tuo credito all’impresa che effettua i lavori, alle banche o agli istituti finanziari. Tuttavia, in questo momento, non ci sono ancora disposizioni chiare in merito.

Bonus 110 infissi: domande frequenti

Devo sostituire solo gli infissi del mio appartamento, posso usufruire del superbonus 110% infissi?

No, per averne diritto, l’intero condominio deve effettuare una serie di lavori che aumentino di almeno di 2 classi energetiche tutti gli appartamenti (cappotto termico o sostituzione di caldaia). Se vuoi sostituire soltanto gli infissi, rimane valido l’ecobonus 50% detraibile in dieci anni, di cui ti parlerò più avanti nell’articolo.

Abito in un condominio e sto ristrutturando solo il mio appartamento. Se cambio la caldaia, installo il cappotto termico all’interno e sostituisco i serramenti, ho diritto al bonus 110%?

No, se abiti in condominio ed effettui interventi solo sul tuo appartamento non ne hai diritto. Per poterne usufruire, l’intero condominio deve effettuare dei lavori che aumentino di almeno di 2 classi energetiche tutti gli appartamenti (cappotto termico o sostituzione di caldaia).

Sto costruendo una nuova villetta indipendente, posso usufruire del bonus?

No, puoi usufruirne solo se abiti in una villetta già esistente e aumenti almeno di due classi il valore energetico (o il massimo tecnicamente possibile). Se la tua casa è in classe B, ad esempio, basterebbe portarla in classe A.

Sono proprietario di una villetta indipendente che ho dato in affitto, posso usufruire del bonus?

Si, se possiedi una villetta unifamiliare che utilizzi come seconda casa o che dai in affitto, hai diritto al bonus.

Sono proprietario di tre case indipendenti (una al mare, una in città e una in montagna), posso usufruire del bonus?

Esiste il limite massimo di due unità immobiliari: quindi puoi usufruire del bonus solo per effettuare i lavori in due delle tre case indipendenti.

Sono proprietario di una seconda casa (appartamento) ubicato in un condominio, posso usufruire del bonus?

Si, in questo caso hai diritto all’ecobonus 110%, ma solo se gli interventi miglioreranno almeno di due classi energetiche i singoli appartamenti.

Mi sono messo d’accordo con tutti i condomini del palazzo in cui vivo per sostituire la vecchia caldaia a gasolio, coibentare le pareti esterne con un cappotto termico e sostituire gli infissi di tutti gli appartamenti, ho diritto al bonus?

Si, solo se gli interventi che saranno realizzati miglioreranno almeno di due classi energetiche i singoli appartamenti.

Ho una casa indipendente in cui vivo e voglio effettuare dei lavori di ristrutturazione (coibentazione delle pareti tramite insufflaggio, impianto di riscaldamento a pavimento comandato da pompa di calore e sostituzione di tutti i serramenti e delle persiane): ho diritto all’ecobonus 110%?

Si, solo se gli interventi che saranno realizzati miglioreranno almeno di due classi energetiche la tua casa.

Se il mio intero condominio effettua un intervento complessivo che dà diritto all’ecobonus 110 %, posso io, proprietario del singolo appartamento, sostituire in maniera autonoma i miei infissi e accedere al bonus?

Assolutamente sì, purché l’intervento sia eseguito congiuntamente all’intervento trainante (cappotto di almeno il 25% delle pareti disperdenti o sostituzione impianto di riscaldamento) e che partecipi al doppio salto di classe energetica.

Sono proprietario di una casa singola e vorrei usufruire del bonus 110% eseguendo il cappotto termico e la sostituzione dell’impianto di riscaldamento (come lavori trainanti) e sostituire tutti gli infissi (come lavoro trainato). Quali sono i limiti di spesa per i diversi interventi? Posso ottenere lo sgravio del 110% su tutta la spesa sostenuta per la sostituzione degli infissi o c’è un limite oltre il quale non posso andare?

I tre interventi godono dei seguenti limiti di spesa:

50.000€ per il cappotto termico

30.000€ per la sostituzione dell’impianto di riscaldamento

54.545€ per la sostituzione di finestre comprensive di infissi (a patto che rientri all’interno dei massimali al metro quadro che trovi nella tabella poco sopra)

Avrei necessità di sostituire le persiane della mia casa: purtroppo però ho sostituite tutte le finestre l’anno scorso. Le persiane rientrano nel bonus 110? Posso usufruire comunque delle detrazioni solo per le persiane o devo sostituire anche le finestre?

Essendo schermature solari, puoi detrarre anche il costo delle sole persiane (senza dover per forza sostituire gli infissi). Il limite massimo di spesa detraibile è di 100€/mq.

Devo sostituire le tapparelle della mia casa. Posso usufruire comunque delle detrazioni solo per le persiane o devo sostituire anche le finestre?

Essendo schermature solari, puoi detrarre anche il costo delle sole tapparelle (senza dover per forza sostituire gli infissi). Il limite massimo di spesa detraibile è di 100€/mq.

Vorrei sostituire solo i cassettoni, posso usufruire della detrazione fiscale?

No, la sostituzione dei cassonetti non possono rientrare all’interno della detrazione fiscale.

Ecobonus porte interne: la sostituzione delle porte interne rientra nel bonus 110?

No, perchè la sostituzione delle porte d’interno non apporta alcun miglioramento termico all’edificio, per cui non rientra nella detrazione fiscale (nè del 50%, nè del 110%).

Se il mio intero condominio effettua un intervento complessivo che dà diritto all’ecobonus 110 %, posso io, proprietario del singolo appartamento, sostituire in maniera autonoma i miei infissi e accedere all’ecobonus 110 %?

Assolutamente sì, purché l’intervento sia eseguito congiuntamente all’intervento complessivo che dà diritto all’ecobonus 110%.

In conclusione:

se sei tentato di usufruire dell’ecobonus 110% ma temi di non poter rientrare tra i beneficiari;

se sei spaventato dalle incombenze fiscali che ti sembrano insormontabili;

se semplicemente non hai voglia di leggere con la dovuta attenzione le pagine del Decreto Rilancio e desideri che qualcun altro lo faccia per te e pensi anche a tutti gli adempimenti necessari…

allora affidati a Tigullio Design, lo specialista dell’ecobonus 110%.

Perché Tigullio Design è uno specialista dell’ecobonus 110%?

Tigullio Design ha portato a termine la ristrutturazione di un appartamento i cui parametri soddisfano perfettamente i requisiti del decreto.

Questo appartamento è Studio Tigullio Design, si trova a Genova, in Via Canevari, 56, ed è un vero e proprio show-room esperienziale, in cui potrai trovare:

infissi super performanti a livello acustico e termico, per poterti rilassare a qualsiasi ora del giorno e della notte; 

cappotto termico, per avere una temperatura omogenea in tutte le stanze;

riscaldamento a pavimento e pompa di calore, per poter regolare la temperatura in un istante;

ventilazione meccanica controllata, per avere l’aria sempre pulita.

I criteri con cui è stata realizzata la ristrutturazione dello Studio rispettano pienamente i vincoli imposti dal decreto. Per questo puoi considerarlo un eccellente modello da cui trarre ispirazione per il rinnovamento della tua abitazione.

Ma Studio Tigullio Design non è solo la perfetta rappresentazione di quello che puoi realizzare sfruttando l’imperdibile opportunità dell’ecobonus 110%: abbiamo creato Studio Tigullio Design soprattutto per far capire l’importanza di vivere in un ambiente acustico e termico confortevole.

Scopri di più cliccando sul link qui sotto.

Anche in merito all’opportunità di visitare lo Studio, previo appuntamento con uno dei nostri commerciali.

Scopri Studio Tigullio Design, lo showroom esperienziale 

Detrazione fiscale infissi 50%: cos’è e come funziona?

 

Sostituzione infissi detrazione 2021: che cos’è la detrazione al 50%?

La detrazione fiscale è “l’importo che il contribuente può sottrarre dall’imposta lorda“ ovvero il totale delle tasse sui redditi di cui si è debitori verso lo Stato.

In parole povere, è l’importo che lo Stato ti “sconta” dalle tasse che devi pagare.

Se stai valutando la sostituzione dei tuoi infissi – finestre, persiane o avvolgibili – devi sapere che la detrazione fiscale è pari al 50% del costo sostenuto.

Fino a quando posso usufruire del bonus?

Il bonus infissi è valido fino al 31 dicembre 2021.

Quali spese rientrano nel bonus infissi?

Il bonus finestre viene concesso se esegui interventi che ti permettono di ottenere un miglioramento termico dell’edificio.

Rientrano anche in questo bonus la fornitura e posa in opera di:

finestre; porte d’ingresso a patto che separino un ambiente riscaldato dall’esterno (se il vano scale di un condominio non è riscaldato, ad esempio la porta d’ingresso del condominio non rientra nel bonus);

scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti (se solidali con l’infisso) e suoi elementi accessori, purché tale sostituzione avvenga simultaneamente a quella degli infissi;

tende da sole (a condizione che non siano orientate a nord);

Anche la sostituzione dei vetri rientra tra le spese agevolabili per il miglioramento delle caratteristiche termiche dei componenti vetrati esistenti.

Purtroppo la maggior parte delle zanzariere non può accedere alla detrazione fiscale ecobonus 2021 infissi al 50% nè come schermature solari – in quanto non rispettano il valore di gtot < 0.35) – nè come bonus casa (ristruttturazione). Tuttavia, esistono alcune zanzariere con valore gtot < 0,35, che presentano una rete più spessa, possono considerarsi oscuranti e quindi rientrare all’interno del bonus.

Posso detrarre tutto o c’è qualche limite?

Dai primi di ottobre 2020, è stato aggiunto un massimale al metro quadro per gli infissi, schermature solari e oscuranti.


Per capire in quale zona climatica si trova il tuo comune di residenza, clicca qui.

I costi esposti dalla tabella si considerano al netto di IVA, prestazioni professionali e opere complementari relative alla installazione e alla messa in opera delle tecnologie.

Questo significa che, per i lavori iniziati dopo il 6 ottobre 2020 (data di pubblicazione del decreto) nei massimali al metro quadro non rientrano:

le spese sostenute per l’IVA;

la posa;

le altre opere complementari relative all’installazione (rilievo misure, altre prestazioni professionali).

Quali sono i valori termici che devono avere gli infissi per poter rientrare nell’ecobonus?

Le trasmittanze termiche per le finestre a ecobonus hanno subito un generale decremento dei valori limite.

Si tratta dei valori da non superare se si vuole godere dell’ecobonus per la sostituzione dei vecchi infissi.

Ecco quali sono i valori aggiornati (allegato E del DM requisiti 2020), divisi per zone climatiche.


L’importo viene distribuito in 10 anni con rimborsi annuali di pari importo.

Detrazione fiscale infissi: un esempio per capire meglio

Poiché gli argomenti di natura fiscale sono complessi, a titolo esemplificativo ti riporto nel seguito una casistica molto comune che potrebbe aiutarti nella comprensione:

Andrea acquista delle finestre del valore di 3.000€

La detrazione fiscale è del 50% quindi pari a 1.500€

Lo Stato diminuisce le tasse di Andrea di 150€ all’anno per 10 anni.

Bonus infissi: procedura

Quale è la procedura per poter usufruire della detrazione fiscale?

Innanzitutto, per avere diritto alla detrazione fiscale finestre devi effettuare il pagamento, dopodichè inviare la pratica.

Qui sotto ti spiego come fare.

Cosa scrivere nella causale bonifico sostituzione infissi 2021?

È indispensabile che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale di tipo speciale, da cui risulti:

la causale del versamento (legge 296/06 e successive modifiche, risparmio energetico) in cui indicare il numero e data della fattura (es. pagamento fattura n.1234 del 1/1/2021);

il codice fiscale di chi vuole usufruire della detrazione;

il codice fiscale o numero di partita Iva della ditta venditrice

A questo proposito, ti rimando alla lettura del paragrafo come effettuare il pagamento per poter usufruire del bonus 110% per comprendere bene l’importanza di effettuare correttamente il cosiddetto bonifico parlante.

Come inviare le pratiche 

Successivamente al pagamento, e comunque entro 90 giorni dal termine dell’installazione degli infissi, dovrai predisporre telematicamente la pratica Enea.